Anabella Vivas: tra arte e funzionalità

Si chiama “Botany” ed è un progetto che unisce virtuosismi artistici e tecnica, pragmatismo e anarchia creativa. Si tratta di pezzi unici di design, ottenuti tramite le tecniche di ossidazione e incisione su lastre di acciaio, ideati dalla progettista Anabella Vivas, venezuelana di origine, ma ormai naturalizzata tra l’Italia e la Spagna.

Il risultato di queste sperimentazioni è una serie di specchi totalmente inediti, a cavallo tra arte e design, tra oggetto da collezione e prodotto funzionale. Il metallo viene inciso e lavorato con acidi tramite la tecnica dell’ossidazione, seguendo immagini botaniche tratte da diversi parchi e aree verdi.

Il risultato, un mix di lucido ed eroso, tra superfici opache e specchiate, incuriosisce e attrae lo spettatore, proteso tra l’osservazione dell’oggetto di design e l’ammirazione della propria immagine riflessa in esso.

© Anabella Vivas

Vota