art
Cross the Streets: writing e street art a Roma

“La rivoluzione avviene quando la strada entra nel museo e il museo si trasferisce nella strada”. Sono queste le parole di Paulo von Vacano, curatore di “Cross the Streets”, mostra che resterà aperta al MACRO di Roma fino al primo ottobre. L’arte urbana, dai graffiti al muralismo alla street art, ha influenzato l’immaginario collettivo e da fenomeno underground, è arrivata a contaminare moda, fotografia, cinema.

La sezione "Writing a Roma, 1979-2017" mostra il rapporto tra la Capitale e il writing e riporta al pubblico opere di Lee Quinones e Fab 5 Freddy. "Street Art Stories" è dedicata all'evoluzione della street art, mentre "Keith Haring Deleted" è  una testimonianza fotografica dell'intervento dell'artista americano sul Palazzo delle Esposizioni nel 1984. Tanti i nomi presenti nella mostra, da Ray Caesar a Chaz Bojourquez, da Lucamaleonte a Sten e Lex. Un’occasione unica per vedere quarant’anni di street art finalmente entrata in un museo, direttamente dalla strada.

© MACRO

Vota