Eleganza understatement per Henrietta Hotel

È il primo hotel londinese ad essere stato realizzato dall’Experimental Group, ovvero Romée de Goriainoff, Pierre-Charles Cros, Olivier Bon e Xavier Padovani. Henrietta Hotel è un nuovissimo indirizzo di Covent Garden i cui interni portano la firma della notissima interior designer Dorothée Meilichzon, che aveva già firmato l’Hotel Paradis, il Grand Pigalle Hotel, il Hotel Bachaumont e l’Hotel Panache di Parigi.

Nominata “Designer of the Year” da “Maison & Objet”  nel 2015, la Meilichzon ha allestito diciotto camere da letto, tutte uniche e caratterizzate da uno stile vagamente retrò, con dettagli realizzati a mano e su misura. Imponenti le testiere dei letti, a pannelli multipli e con cornici e specchi, e altrettanto esclusive le quaranta sedute di Vico Magistretti che arredano il ristorante, guidato dallo chef stellato Ollie Dabbous. L’Henrietta Hotel è un perfetto mix and match di spunti che arrivano dagli anni Cinquanta e Sessanta e dallo stile scandi, con aggiunta di oro, marmi e legno. Un melting pot molto di moda al momento, nell’interior design, e che arricchisce la capitale inglese di un altro indirizzo cult dove recarsi anche semplicemente per gustare un cocktail.

© Henrietta Hotel 

Vota