ltvs, lancia trendvisions, doug fogelson

La sovrapposizione è un’arte sofisticata. Se applicata alla fotografia diventa una pratica ancor più impegantiva e delicata, dove ogni sbavatura può compromettere il risultato estetico. Doug Fogelson si esercita da tempo su queste tecniche in cerca di un esito visivo raffinato, un potpourri armonioso che remixa e fonde forme, colori e trasparenze.

Fra le sue ultime esplorazioni creative troviamo un lavoro in fieri intitolato “Crystals”, che evoca, e in parte sembra proseguire, una suo progetto passato intitolato “Salt Room”, nel quale ha sparso 1.360 kg di sale sul paimento e sulle mura di una galleria d’arte, divenuto poi sia installazioni che elaborazioni fotografiche.

Come in molte delle opere precedenti, “Crystals” nasce da una serie di processi fotografici analogici, ottenuti attraverso esposizioni multiple su fotogrammi o materiali fotosensibili. Questa serie è il risultato di fotogrammi ottenuti dall’esposizione di cristalli su pellicole trasparrenti da 20x25cm.

Da un pugno di cristalli, Doug Fogelson ottiene un risultato astratto dal sobrio impatto cromatico e compositivo. Il fotografo ne rivela la struttura minerale e trasparente, attraverso la luce e il colore, e li dispone come acquerelli astratti, soggettivi, dilatati e in movimento continuo. Un flusso che scatena sensazioni di armonia o di contrasto, di quiete o di dramma.

Foto via dougfogelson.com

ltvs, lancia trendvisions, doug fogelson

ltvs, lancia trendvisions, doug fogelson

ltvs, lancia trendvisions, doug fogelson

ltvs, lancia trendvisions, doug fogelson

ltvs, lancia trendvisions, doug fogelson

ltvs, lancia trendvisions, doug fogelson

ltvs, lancia trendvisions, doug fogelson

ltvs, lancia trendvisions, doug fogelson