Il sogno americano di Rob Hann

Ha iniziato la sua carriera come modello e il viaggio è sempre stato il leitmotiv della sua vita. Nato a Salisbury, in Inghilterra, ha vissuto in giro per il mondo, tra New York, Milano, Parigi e il Texas. Rob Hann ha fatto della fotografia il proprio mestiere - dopo aver trascorso dieci anni dall’altra parte dell’obiettivo - e ora si è trasferito stabilmente a New York.

Le metropoli nelle quali ha vissuto, però, non fanno per lui e, da sempre, Rob ricerca un senso di libertà e spazio, un desiderio di evasione che si è concretizzato nella sua serie di immagini più famose, dedicata alle celebri highways americane. Rob percorre centinaia di chilometri in cerca di un dettaglio, uno spunto che lo ispiri e che sia “fuori posto” in un luogo dove in realtà tutto è lasciato al caso e “all’assenza”. Tra insegne, piccole chiese, casupole disabitate, negli spazi sconfinati e deserti il suo obiettivo si sofferma su dei particolari fatti di bellezza e stupore, dove silenzio e mistero lasciano il posto alla riflessione sulla caducità delle cose.

© Rob Hann

 

Vota