Le “Cooking Faces” di Enora Lalet
In collaboration with © Rafael Bossio

I lavori di Enora Lalet non sono semplici collage di immagini, ma espressioni artistiche ibride, a cavallo tra fotografia, performance e indagine antropologica. L’artista, originaria di Bordeaux, in Francia, da alcuni anni lavora al progetto “Cooking Faces”, una serie di ritratti caratterizzati dall’utilizzo di cibo, che diventa copricapo ed ornamento irriverente.

Ma i lavori di Enora non vogliono rappresentare solo un virtuosismo estetico, al contrario. Facendo ricerca sugli ingredienti provenienti da ogni parte del mondo, la visual artist indaga sulle diverse culture, mettendone in evidenza le peculiarità. Il tutto con una vena ironica, colorata e disincantata che esprime il meglio di ciascuna di esse, senza mai discriminare, ma offrendo un sorriso alla poliedrica diversità che caratterizza ciascuno di noi. L’indagine sull’estetica e il valore intrinseco del cibo, continua oltre “Cooking Faces” anche in “Boulimies suspendues - Les Arts Mêlés” e “Transfert 6”, performance culinarie con buffet sospesi che incantano occhi e gola.

© Enora Lalet
© Photographer Matthias Lothy for Tata Boga series
© Photographer Rafael Bossio for Sabroso series

In collaboration with © Rafael Bossio
In collaboration with © Rafael Bossio
In collaboration with © Matthias Lothy
In collaboration with © Rafael Bossio
In collaboration with © Rafael Bossio
In collaboration with © Matthias Lothy
In collaboration with © Matthias Lothy
Vota