hebe robinson, echoes, ltvs, lancia trendvisions, photography

“Il futuro ha un cuore antico”, diceva il proverbio. E lo stesso sembra ribadire la fotografa norvegese Hebe Robinson nel suo progetto “Echoes”. Scatti del passato tornano nei luoghi dove sono nati, collegando passato e presente, storia e destino, maturità e cambiamenti che attraversano una società.

Hebe parte da un’operazione demografica e urbanistica che si svolse in Norvegia intorno agli anni 50, quando lo Stato pagò gli abitanti dei villaggi sperduti nelle isole Lofoten per trasferirsi in aree urbane più centrali e densamente abitate, impegnandosi a stabilirsi e a non ritornare sui propri passi.

Sessant’anni dopo, la serie “Echoes” racconta ciò che resta in quei luoghi reconditi. Le tracce del passato restano: fondamenta di case e capanne dismesse, orme impresse nella natura da uomini che sapevano vivere nell’isolamento e nell’auto-sufficienza, percorsi ricoperti dal verde e giardini abbandonati.

Intorno a foto in bianco e nero del passato troviamo la cornice a colori di un presente che sembra chiamare a sé i suoi antichi abitanti e le loro energie. A volte incastrando con precisione chirurgica inquadrature orginali e sfondi, altre evocandoli ad arte. “Echoes” ridona colore alle storie delle famiglie che vissero unite in quei luoghi.

Foto © heberobinson.com

hebe robinson, echoes, ltvs, lancia trendvisions, photography

hebe robinson, echoes, ltvs, lancia trendvisions, photography

hebe robinson, echoes, ltvs, lancia trendvisions, photography

hebe robinson, echoes, ltvs, lancia trendvisions, photography

hebe robinson, echoes, ltvs, lancia trendvisions, photography

hebe robinson, echoes, ltvs, lancia trendvisions, photography

hebe robinson, echoes, ltvs, lancia trendvisions, photography

hebe robinson, echoes, ltvs, lancia trendvisions, photography

hebe robinson, echoes, ltvs, lancia trendvisions, photography

hebe robinson, echoes, ltvs, lancia trendvisions, photography

hebe robinson, echoes, ltvs, lancia trendvisions, photography