Milan Fashion Week: cinque fashion designer da tenere d’occhio
Paul & Yakov

Si è conclusa di recente la settimana della moda milanese, sempre ricchissima nella proposta di sfilate ed eventi, ma anche fucina di nuovi talenti da tenere d’occhio. Abbiamo selezionato cinque di loro: giovani designer che sapranno far parlare di loro, per l’originalità delle creazioni e le tecniche utilizzate.
Cominciamo da Paul & Yakov, ovvero i fratelli Petr e Yury Polyakov, con sede a Mosca. La loro collezione cita il lavoro dei maestri della land art Nils-Udo e Andy Goldsworthy e si ispira alla natura e alla sua interazione con l’uomo. Numerosi i riferimenti allo stile militare, una palette autunnale e una attenta ricerca sui tessuti tecnici danno vita a capi versatili e portabili all day long.  
Linee contemporanee anche per Martina Cella, classe 1992, già vincitrice nel 2014 del contest Next Generation. Le sue creazioni vengono realizzate interamente in Italia e puntano sullo studio dei volumi, combinando stampe, ricami e cura del dettaglio.
L’eccellenza dell’innovazione e dell’artigianalità è invece al centro della ricerca creativa di Bav Tailor. Nata a Londra, si è specializzata in Fashion Design presso lo IED di Milano. Il brand omonimo è nato nel 2015 e punta sui materiali eco e sulla sostenibilità ambientale, utilizzando le tecniche sartoriali più raffinate applicate su elementi geometrici. 
ATMSTUDIO, brand unisex con base tra Milano e Seul, punta sullo studio di colori, spazio e silhouette. La loro moda include tonalità che vanno dal bianco al verde acceso, mentre blu e nero vengono usati come base per dare risalto alla vivacità delle altre tinte. ATMSTUDIO è in realtà un progetto di più ampio respiro che include anche video, direzione creativa e cinematografia.  
Attenzione ai colori accesi, ma questa volta in versione pop e manga, anche per le calzature di Hiroki Kataoka. Vincitore nel 2015 del premio International Talents Support Artwork di Swatch, e già esperto di modellazione 3D, realizza sneakers che fanno il verso ora al modello derby, ora alle slip-on, ma con un unico comun denominatore: estetica da videogame con tonalità ipersature e vitaminiche. Dal trattamento delle varie componenti della calzatura ai materiali utilizzati, tutti i pezzi vengono studiati nel dettaglio, creando un interessante mix&match di ispirazioni. 

© Paul & Yakov 
© Martina Cella
© Bav Tailor
© ATMSTUDIO
© Hiroki Kataoka

Paul & Yakov
Martina Cella
Martina Cella
ATMSTUDIO
ATMSTUDIO
Bav Tailor
Bav Tailor
Hiroki Kataoka
Hiroki Kataoka
Vota