Notion of form: colore puro ed estetica minimalista/massimalista

Si chiama Mina Lundgren ed è lei la firma del brand Notion of Form. Svedese, ha studiato presso la Swedish School of Textiles e ha fatto esperienza presso diverse case di moda, tra cui Hussein Chalayan, Acne Studios ed H&M. È solo nel 2016 che la stilista decide di dare vita ad un proprio brand, impostando la ricerca creativa sul concetto di “forma”.

Notion of Form, infatti, non ha riferimenti iconografici né strizza l’occhio a questa o quella tendenza o fa richiami al passato. Le collezioni del marchio studiano invece le forme astratte e come esse possano fondersi e integrarsi con la rappresentazione del mondo e della società odierna. L’obiettivo è creare un’estetica “minimalista/massimalista”, come la stessa Mina l’ha definita, evitando riferimenti etnici e cercando di dar vita ad un “linguaggio” che chiunque possa capire, al di là del proprio livello culturale o della conoscenza che si ha della moda. Notion of Form diventa così una esplorazione di silhouettes pure, scolpite dal colore. Tonalità sature che danno volume a linee pulite ed essenziali per abiti che non vivono di una propria personalità, ma esaltano quella di chi li indossa.

© Notion of Form

Vota