Reiecta: nulla si crea né si distrugge, ma tutto si trasforma

Si chiamano Reiecta e sono un collettivo di designer che, grazie a una filosofia del riciclo e del riuso creativo di materiali di scarto, dà nuova vita a pezzi che erano alla fine del loro ciclo produttivo. Si tratta di un progetto che vuole invertire l’ordine del processo industriale e che esplora i confini tra natura e design.

Tutto è nato dalla scoperta di un punto di smaltimento di vecchie lastre di marmo, accatastate nei pressi di una fabbrica italiana. Le intemperie e il tempo stavano danneggiando le superfici, trasformandone profondamente l’aspetto esteriore. Il collettivo ha deciso di recuperare il materiale e dare ad esso nuova vita, trasformandolo in una collezione di arredo moderna, ma che dentro di sé porta il fascino degli anni che passano e delle mutazioni che questo processo necessariamente causa. Il marmo, inerte, era infatti diventato terreno fertile per muffe, macchie di umidità o crepe. Ma ciò non lo aveva danneggiato, trasformandolo, invece, in testimone del tempo che passa, inesorabile, e che tutto trasforma.

© Reiecta

Vota