Ltvs, denise grunstein, lancia trendvisions

Sono presenze misteriose, appartengono a tutte e a nessuna epoca. Sono le donne al centro degli scatti della fotografa Denise Grünstein. Nella cornice del Nationalmuseum di Stoccolma, natura, Storia e femminilità s’intrecciano in una storia di emozioni senza tempo.

Non c’è inizio né fine nelle fotografie della Grünstein. Il racconto, imbastito da composizioni simboliche e oniriche, vive nelle emozioni, vero motore narrativo delle sue creazioni. Un immaginario intriso di Romanticismo, in un’epoca, la nostra, che non ha più nulla di romantico.

La fotografa sovrappone immagini fra loro, in un gioco complesso fra passato, presente e futuro. L’amiguità temporale è un vento sottile, che soffia su ogni scatto per tessere arabeschi, disegnare ombre, celare volti, scompigliare capelli.

Dall’alto della sua statura autoriale, la fotografa svedese Denise Grünstein spicca ancora una volta per l’uso delle teorie della Gestalt nella stage photography, ovvero l’allestimento di realtà fittizie in fotografia. E ci fa sognare scardinando proporzioni e percezioni.

Foto © via denisegrunstein.com

Ltvs, denise grunstein, lancia trendvisions

Ltvs, denise grunstein, lancia trendvisions

Ltvs, denise grunstein, lancia trendvisions

Ltvs, denise grunstein, lancia trendvisions

Ltvs, denise grunstein, lancia trendvisions

Ltvs, denise grunstein, lancia trendvisions

Ltvs, denise grunstein, lancia trendvisions

Ltvs, denise grunstein, lancia trendvisions