Selva Negra, femminilità tutt'altro che frivola

Una collezione che mixa sapientemente silhouettes maschili e linee strutturate con drappeggi femminili tutt’altro che frivoli. La primavera/estate di Selva Negra è un tripudio di tonalità pastello, che tradiscono amore per il colore ma anche molta autoironia, veicolata dalle stampe realizzate in collaborazione con l’artista Charlie Brand.

Kristen Gonzalez e Sam Romero, il duo di progettisti che sta dietro al marchio, richiama le proprie origini latine e si ispira alla protagonista di “Io ed Annie” di Woody Allen, esprimendo tramite una estetica tomboy il proprio credo: “non c’è limite a ciò che le donne possono fare”. Ecco perché Selva Negra diventa sinonimo di capi contemporanei ma comodi, pensati per essere indossati uno sull’altro e uscire a conquistare il mondo.

© Selva Negra

Vota